Laboratorio MD

Valeria Tatano

Team di ricerca



Valeria Tatano (Venezia, 1964), laureata in Architettura allo IUAV nel 1989, Dottore di ricerca in Tecnologia dell'architettura (V Ciclo presso il Politecnico di Milano), Ricercatore dal 1994 al 2002, è attualmente Professore associato di Tecnologia dell’architettura presso la Facoltà di Architettura dell’Università IUAV di Venezia, dove insegna discipline tecnologiche nel corso di laurea in Scienze dell’architettura e nella laurea magistrale in Sostenibilità.

 

Si occupa di sicurezza in uso e al fuoco e di tecnologie innovative nel rapporto tra architettura e tecnica, in particolare per quanto riguarda i temi del progetto consapevole.

Ha partecipato a ricerche MIUR sui temi dell’informazione tecnica e dell’involucro vetrato (bandi 2003 e 2005), coordinando le attività dell’unità di Venezia. E’ stata responsabile di convenzioni di ricerca con Bolognafiere per l’analisi delle innovazioni presentate al SAIE e per la realizzazione di una mostra dedicata alle Tecnologie per l’efficienza energetica degli involucri opachi.

 

È responsabile scientifico di ArTec, l’Archivio delle tecniche e dei materiali per l’architettura e il disegno industriale del Sistema Laboratori dello IUAV (www.iuav.it/artec).

E’ responsabile scientifico del corso di dottorato di ricerca sulla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro finanziato dall’INAIL nel 2008 presso la Scuola di Dottorato dello IUAV.

 

È autore di libri e saggi incentrati sui temi di ricerca, tra i quali si ricordano:

- Progettare la sicurezza domestica. Verso un nuovo rapporto tra uomo e casa, Maggioli Editore, Rimini, 1997.

- (con N. Sinopoli), Sulle tracce dell’innovazione tra tecniche e architettura, Franco Angeli, Milano, 2002.

- Materiali naturartificiali. Tendenze innovative nel progetto di architettura, (a cura di), Officina, Roma, 2006.

- Verde: naturalizzare in verticale, (a cura di), Maggioli, Rimini, 2008.

- Oltre la trasparenza. Riflessioni sull’impiego del vetro in architettura, (a cura di), Officina, Roma, 2008.