Arte

RI-CONOSCERE MICHELANGELO
Firenze, Galleria dell’Accademia, 18 febbraio - 18 maggio 2014

Nel 2014 Firenze celebra il quattrocentocinquantesimo anniversario della morte di Michelangelo (1475-1564), con numerose iniziative. In un preliminare osservatorio degli eventi, al giro di boa del primo semestre dell’anno, si distingue per particolare originalità la mostra organizzata alla Galleria dell’Accademia dalla direzione dell’Istituzione, con il Polo Museale e in partnership con il Museo Alinari di Firenze


Continua la lettura

21 Luglio 2014

I paradossi di Claudio Nardulli
a cura di Rodolfo Guzzi

Non c’è nulla di più pesante di un macigno. Nell’immaginario solo Ercole è in grado di scagliarlo a grande distanza. Nella realtà Claudio Nardulli ha trovato il modo di renderlo lieve.


Continua la lettura

05 Maggio 2014

Opera e serie di Enzo Mari.
Progetto e produzione tra arte, industria e artigianato.

Non sto affermando che l’avvento dell’industria sia stato solo una calamità: al contrario, credo che metà della sua produzione sia positiva […]. Ma l’altra metà è infernale, soprattutto per la decerebrazione che induce in chiunque lavori alla catena, dai semplici operai ai pubblicitari, ai top manager, e così via. Ha fatto della merce una divinità da adorare.


Continua la lettura

29 Luglio 2013
LA LOCANDINA

TUSCIAELECTA ARTE CONTEMPORANEA NEL CHIANTI

Tusciaelecta. Arte contemporanea nel Chianti è lieta di annunciare l’inaugurazione di Birth by Spear, la nuova opera permanente appositamente ideata da Alan Sonfist per il Comune di Impruneta che quest’anno ha deciso di privilegiare come spazi espositivi quelli adiacenti alle antiche fornaci di terracotta.


Continua la lettura

27 Ottobre 2010

Voyeuristi da museo

Si paga il biglietto, come se si dovesse entrare in un vero e proprio peep show, e ci si accomoda tra le grandi sale dell’ex centrale elettrica riprogettata dal duo svizzero Herzog&DeMeuron. Per vedere immagini rubate e seducenti, cronache dei paparazzi nella Roma felliniana, frame selezionati da qualche telecamera a circuito chiuso, fotografie in bianco e nero di prostitute della New York post bellica, interni di hotel passati al setaccio come in un archivio criminale, mappe satellitari di guerra, attrici hollywoodiane sorprese ed indifese all’uscita da un locale, scultoree modelle seminude, ebbene, per vedere tutto questo, basta entrare alla New Tate di Londra.


Continua la lettura

31 Agosto 2010
MD Material Design
Post-it
ISSN 2239-6063

edited by
Alfonso Acocella
redazione materialdesign@unife.it