MD Journal
ISSN 2531-9477 (online)

Edited by
Alfonso Acocella

Contatti
mdjournal@unife.it
versione italiana english version

MD Journal

Codice etico


MD Journal è rivista scientifica peer-reviewed e si ispira al codice etico delle pubblicazioni elaborato dal COPE (Committee on Publication Ethics): Best Practice Guidelines for Journal Editors. Pertanto assume tutte le accortezze e le possibili misure contro le negligenze che si possano verificare nel processo di pubblicazione della rivista stessa e assicurare buone pratiche dal punto di vista etico.
L’etica di pubblicazione e le buone pratiche sono esplicitate, condivise e perseguite da tutte le parti coinvolte: Direzione scientifica, Comitato scientifico e Comitato editoriale, Redazione, Curatori, Autori, Revisori.

 

Doveri della Direzione, dei Curatori, dei Comitati

 

Decisioni sulla pubblicazione.
Il Direttore e la Direzione Scientifica sono responsabili della decisione finale di pubblicare o meno gli articoli proposti. Il Direttore può consultarsi con i Curatori e i Referee nel prendere le proprie decisioni.
Il Direttore e la Direzione Scientifica fanno riferimento al Comitato Scientifico della rivista e al Comitato Editoriale e sono vincolati ai requisiti delle leggi vigenti in materia di diffamazione, violazione del copyright e plagio.

Correttezza.
Il Direttore e la Direzione Scientifica valutano gli articoli proposti per la pubblicazione in base all’importanza, all’originalità del contenuto scientifico, alla validità dello studio e alla rilevanza rispetto agli interessi della rivista e alla chiarezza del testo, senza discriminazioni di razza, genere, orientamento sessuale, credo religioso, origine etnica, cittadinanza, orientamento scientifico, accademico e politico degli autori.
Gli articoli accettati dalla Direzione scientifica in accordo con i Curatori, sono resi anonimi e sottoposti alla valutazione di due o più Revisori (Peer-reviewers), anch’essi mantenuti anonimi, per assicurarsi che il materiale inviato alla rivista rimanga strettamente confidenziale e riservato durante il processo di revisione.
La procedura di peer review adotta criteri di imparzialità, è scevra da pregiudizi ed è svolta in modo puntuale sulla struttura argomentativa dei saggi.
La pubblicazione degli articoli è subordinata alla revisione, da parte degli Autori, di eventuali modifiche richieste dai revisori e al parere conclusivo della Direzione scientifica e dei Curatori.
Il processo di pubblicazione di MD Journal garantisce che gli articoli siano editati in modalità open access e disponibili gratuitamente a tutti i lettori interessati.

Riservatezza.
La Direzione scientifica, i Curatori e qualsiasi membro della Redazione o del Comitato scientifico ed editoriale devono astenersi dal rivelare qualsivoglia informazione sui testi sottoposti alla rivista.

Conflitto di interessi e divulgazione.
Materiali inediti, contenuti nei manoscritti inviati, non possono essere utilizzati nella ricerca – né della Direzione, né da parte dei membri dei Comitati – senza l’espresso consenso scritto dell’Autore.

 

Doveri degli Autori

 

Rispetto delle Linee Guida.
Gli Autori, nel proporre un articolo alla rivista, devono attenersi alle Linee guida editoriali di MD Journal.

Indicazione delle fonti.
Gli Autori devono sempre fornire la corretta indicazione delle fonti, dei contributi menzionati nell’articolo, citando le opere che hanno influenzato in maniera determinante il carattere del lavoro sottoposto alla pubblicazione. L’adeguato riconoscimento del lavoro scientifico altrui deve sempre essere assicurato e reso esplicito.

Originalità e plagio.
Gli autori devono garantire contributi scientifici del tutto originali, assicurando che l’articolo sottoposto a MD Journal non sia stato pubblicato altrove da loro stessi o da altri.

Paternità dell’opera.
L’autorialità dell’opera deve essere limitata a coloro i quali abbiano fornito un contributo significativo alla concezione, alla scrittura e all’interpretazione dei contenuti di ricerca.
L’Autore principale (che si relaziona con la redazione) deve garantire che tutti i co-autori siano inclusi appropriatamente, abbiano visionato e approvato la versione finale dell’opera e che siano d’accordo con la pubblicazione.
Tutti coloro i quali abbiano contribuito significativamente all’ideazione, realizzazione e rielaborazione dovrebbero essere inseriti come co-autori.

Conflitto di interessi e divulgazione.
Gli Autori sono tenuti a garantire che non sussistano conflitti di interessi che potrebbero aver condizionato i risultati conseguiti nella ricerca o le interpretazioni proposte.
Gli Autori devono inoltre indicare le eventuali fonti di sostegno finanziario per la ricerca e/o il progetto dal quale scaturisce l’articolo.

Errori negli articoli pubblicati.
Quando un Autore individua un errore significativo o inesattezza rilevante nel proprio lavoro pubblicato o da pubblicare, è obbligato a comunicare tempestivamente alla Direzione, fornendo tutte le informazioni necessarie per effettuare le doverose precisazioni e/o correzioni del caso.

 

Doveri dei Revisori (Referee)

 

Contributo alla decisione editoriale.
Attraverso la procedura di double blind peer-review, i Revisori assistono la Direzione e i Curatori nell’assumere decisioni sugli articoli proposti. Sono inoltre tenuti a suggerire all’Autore, tramite la Direzione della rivista, correzioni ed indicazioni tese a migliorare i contributi.

Rispetto dei tempi.
I Revisori, qualora non si sentano adeguati al compito proposto o sappiano di non potere procedere alla lettura-valutazione dei lavori nei tempi richiesti, sono tenuti a comunicarlo tempestivamente alla Direzione.

Riservatezza.
Ogni testo trasmesso in forma anonima ai Revisori per la lettura deve essere considerato riservato; pertanto, tali testi non devono essere discussi e valutati con altre persone senza esplicita autorizzazione del Direttore.

Rigorosità della peer review.
La revisione (peer-review) deve essere condotta in modo rigoroso sui contenuti, valutando anche la forma e la struttura argomentativa della scrittura del manoscritto sottoposto. I Revisori sono tenuti a esplicitare e motivare adeguatamente i giudizi espressi.
I Revisori sono tenuti segnalare al Direttore eventuali analogie e/o similitudini o del testo ricevuto in lettura con altre opere a loro note.
I Revisori si impegnano a indicare i riferimenti bibliografici di opere fondamentali eventualmente trascurate dall’Autore.

Conflitto di interessi e divulgazione.
Il processo di double blind peer review è basato sulla garanzia di reciproco anonimato fra autori e revisori, anche attraverso l’elisione nel testo di quei riferimenti espliciti che potrebbero svelare l’identità degli autori.
Nel caso i Revisori ravvisassero comunque elementi di riconoscibilità e si trovassero in una condizione di conflitto di interessi dovuto a rapporti di collaborazione, di concorrenza o di appartenenza a medesimi istituti di ricerca, sono tenuti a non accettare in lettura gli articoli.
Tutte le informazioni e le indicazioni ottenute nel corso del processo di peer-review devono essere considerate riservate e non possono essere usate per altre finalità.