MD Journal
ISSN 2531-9477 (online)

Edited by
Alfonso Acocella

Contatti
mdjournal@unife.it
versione italiana english version

MD Journal

Fundraising MD Journal

 

Tutte le iniziative editoriali, comprese quelle in e-Publishing, che intendano affrontare con realismo la loro esistenza negli anni (soprattutto quelle che adottano un modello di comunicazione scientifica e specialistica in Open Access, indirizzata a coniugare qualità di contenuti e gratuità di accesso alla loro fruizione) non possono trascurare di valutare i costi di impianto, gestione e sviluppo delle piattaforme digitali e di quelli legati ad una solida ed efficiente disponibilità di risorse umane dedicate al lavoro redazionale.
Come può allora, realisticamente, sostenersi negli anni una nuova rivista scientifica di ambito accademico che non pone al centro dei suoi obiettivi finalità commerciali di mercato?
Per MD Journal è possibile prefigurare le dotazioni finanziarie di avvio e ipotizzare alcune strategie di raccolta fondi per il medio e lungo termine.

Fase di fondazione: Media MD come editore accademico. La fase di avvio di MD Journal trova in Media MD – editore accademico fondato dal Laboratorio MD – il suo principale sostenitore che reinveste quota parte delle risorse, capitalizzate negli anni con attività universitarie di “terza missione”, destinandole alla disseminazione dei risultati delle ricerche attraverso una attività di e-Publishing in Open Access.

Ipotesi evolutive: campagne di fund raising. Pur senza scartare ipotesi di  sostegno finanziario a MD Journal da parte di istituzioni pubbliche e private no profit (sempre più difficili da ottenere nell’attuale condizione economica) è possibile, più realisticamente, indirizzarsi verso la ricerca di erogazioni liberali da parte di aziende del settore produttivo privato sensibili ad una visione di responsabilità sociale nei confronti della ricerca universitaria intesa quale leva di crescita e stimolo all’innovazione precompetitiva delle aziende stesse.
Campagne di fund raising appositamente dedicate al finanziamento di MD Journal – comunicate con priorità ai Sostenitori istituzionali del Laboratorio MD – rappresenteranno le azioni più dirette, nel breve e medio periodo, per il sostegno e lo sviluppo ulteriore della rivista scientifica verso l’internazionalizzazione negli anni a venire.

Ipotesi evolutive: crowdfunding collettivo. Le riviste scientifiche in Open Access hanno, in genere, come obiettivo principale quello di condividere – ovvero rendere accessibile a tutti in forma gratuita – i risultati delle ricerche connesse all'avanzamento della conoscenza.
In linea generale l’interesse prioritario dei ricercatori – produttori di studi, indagini e risultati scientifici – è legato (o quantomeno dovrebbe) alla massima circolazione e disseminazione del proprio lavoro a cui si lega, in prospettiva, lo stesso avanzamento nella carriera universitaria o in quella interna ai centri di ricerca.
L'interesse a ottenere impatto e credito accademico - ovvero costruire nel tempo una reputazione, una fama scientifica nei casi più fortunati - dovrebbe prevalere rispetto a ogni altra aspettativa.
L’aumento della circolazione del proprio lavoro scientifico – attraverso la distribuzione ampia dei contenuti in Open Access, consentiti oggigiorno
dall’ecosistema digitale su scala globale – può teoricamente rappresentare un motivo e un incentivo a spingere gli autori a sostenere i costi minimi, ma ineludibili, della comunicazione scientifica con fruizione gratuita al pubblico.
I contributi, di natura volontaria, potrebbero essere raccolti attraverso campagne di crowdfunding rivolte – oltre che ai ricercatori-autori – anche a centri di ricerca, dipartimenti universitari, organizzazioni del lavoro, enti partecipi alla vita della rivista e interessati al sostegno della  diffusione della conoscenza.